Navigazione contenuti

Contenuti del sito

DEBITO DELLE AP: VALE IL 2,3% DEL PIL

Immagine dell'articolo

Nel 2017 l'indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (-39.691 milioni di euro) è stato pari al 2,3% del Pil, in diminuzione di circa 1,9 miliardi rispetto al 2016 (-41.638 milioni di euro, corrispondente al 2,5% del Pil). Il saldo primario (indebitamento netto al netto della spesa per interessi), è risultato positivo e pari all'1,5% del Pil, con un'incidenza stabile a partire dal 2015. La spesa per interessi, che secondo le nuove regole non comprende l'impatto delle operazioni di swap, è stata pari al 3,8% del Pil, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto al 2016.

I dati del debito delle Amministrazioni Pubbliche per gli anni 2014-2017 sono quelli pubblicati dalla Banca d'Italia e sono anch'essi coerenti con il nuovo Sistema Europeo dei Conti (Sec 2010). A fine 2017 il debito pubblico, misurato al lordo delle passività connesse con gli interventi di sostegno finanziario in favore di Stati Membri della UEM, era pari a 2.263.056 milioni di euro (131,8% del Pil). Rispetto al 2016 il rapporto tra il debito delle AP e il Pil è diminuito di 0,2 punti percentuali.

26/04/2019

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

13 SET 2019

UCRAINA: PROLUNGATE LE SANZIONI

L'UE ha deciso il provvedimento dando scadenza 15 marzo 2020

13 SET 2019

INVECCHIAMENTO PREVOCE: AL BAMBINO GESU' SI FANNO PASSI AVANTI

Scoperto il meccanismo alla base del fenomeno. Ecco chi c'è dietro la causa dell'invecchiamento...

12 SET 2019

L'OCCIDENTE TRA ROMA E CARTAGINE

Un incontro al Cnr, oggi, dalle ore 10:30, per valutare l'influenza fenicia sulla formazione dell'Occidente

11 SET 2019

UE: ECCO I CANDIDATI A COMMISSARIO EUROPEO

Redatto dal Consiglio europeo l'elenco delle persone candidate al ruolo di commissario. Ecco la short list...

11 SET 2019

ITALIA: AIUTI IN LIBIA

Fatto recapitare nel paese africano un carico di materiale sanitario

10 SET 2019

FOCUS RICORDA LO STROMBOLI

L'eruzione dello Stromboli così come non la ricordate...