Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

RECENSIONE DEL LIBRO “ IL MIO MIGLIORE AMICO DI GIOCHI” DI SANDRO CARTEI

Immagine dell'articolo

Non potevamo non recensire Il Migliore Amico di giochi " di Sandro Cartei con edizioni Sportitalia Edizioni.

Quanto si può amare un pallone? E quanti ricordi può racchiudere ?

Un libro malinconico, a tratti divertente e certamente romantico, un libro che naviga tra i ricordi di un tempo lontano presente nei ricordi e negli occhi. 

Cosa può racchiudere un pallone? E cosa può significare? 

Un vecchio pallone di cuoio rattoppato, trovato per caso in un campetto parrocchiale: oggi un“oggetto” insignificante, ma per noi, figli di quella generazione nata negli anni ottanta, un oggetto dal significato indescrivibile. Ore, giornate, anni passati a dare calci a quel pallone “fantasticando con la mente immaginandomi chissà quale partita e chissà in quale stadio”. Poi ti accorgi che il tempo scorre veloce, diventi adulto, ma il tuo “migliore amico di giochi” è sempre lì a fianco a te, insegnandoti le cose fondamentali e l’essenza della vita stessa: il sacrificio, la disciplina, il rispetto,il dolore (anche fisico), la gioia, il divertimento, la fortuna, la sfortune. 

Un libro da leggere per tutti i nati in quel mondo senza tempo in cui un pallone che rotolava aveva ancora un profondo significato, un mondo fatto di partite per strada e campioni descritti per radio, ben lontani dal calcio di oggi miliardario e poco poetico.

Queste le parole dell'autore sul testo " Ad appena 17 anni, non ancora compiuti, ebbi la fortuna di giocare titolare, fin da subito, in una squadra di una buona categoria a livello dilettantistico regionale. Poi il bivio: il calcio o la scuola? Il calcio o il lavoro? Scelsi la scuola ed il lavoro, ma il mio migliore amico di giochi mi ha fatto sentire “calciatore vero” e mi ha sempre accompagnato come “una lieve brezza, che mi dava sollievo e divertimento, durante le esperienze “vere” della vita”. Un libro da leggere non senza versare qualche lacrima di malinconia. 

21/08/2020

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

28 GEN 2023

CONFLITTO ISRAELO-PALESTINESE: ESCALATION DI VIOLENZA

Le ostilità tra Israele e Palestina non si placano: sinagoga di Gerusalemme presa d’assalto, all’indomani del raid in Cisgiordania.

27 GEN 2023

IN EUROPA I VERDI DICONO NO A CONTE

Bonelli respinge la proposta dei 5 stelle di entrare ne gruppo dei Verdi in Europa

27 GEN 2023

USA: RAGAZZO AFROAMERICANO UCCISO DA CINQUE AGENTI DALLA PELLE NERA

L’omicidio è ancor più sconvolgente essendo avvenuto per mano poliziotti della comunità afroamericana.

26 GEN 2023

LA ROMAGNA TREMA

Oggi alle 11.45 scossa di terremoto in romagna con epicentro a Cesenatico

26 GEN 2023

L’EX PRESIDENTE DONALD TRUMP TORNA SU FACEBOOK E INSTAGRAM

Per gli analisti il tycoon non sarebbe mai tornato sui social: invece, nelle scorse ore è arrivata la svolta.

25 GEN 2023

IN ITALIA MANCANO 30MILA MEDICI E 250MILA INFERMIERI

Nel rapporto Crea stilato dal Centro per la Ricerca Economica Applicata in Sanità dell'Università di Roma Tor Vergata emergono dati inquietanti sulla salute del SSN