Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

MATTARELLA RICORDA LA TRAGEDIA DELLE FOIBE

Immagine dell'articolo

Nella Giornata del Ricordo, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha riportato l'attenzione su una pagina dolorosa e spesso dimenticata della storia italiana: la tragedia delle foibe. Con parole toccanti e precise, Mattarella ha sottolineato l'importanza di non dimenticare le sofferenze inflitte agli italiani in quei tragici eventi.

"Un muro di silenzio e di oblio - un misto di imbarazzo, di opportunismo politico e talvolta di grave superficialità - si formò intorno alle terribili sofferenze di migliaia di italiani", ha dichiarato il Presidente al Quirinale. Queste parole rappresentano un richiamo alla necessità di fare i conti con un passato che troppo spesso è stato relegato nell'ombra.

Mattarella ha sottolineato che la violenza che si scatenò contro gli italiani nelle zone delle foibe non può essere ridotta a semplici atti di vendetta o giustizia sommaria contro i fascisti occupanti. È importante comprendere che molte delle vittime non avevano alcun legame con il regime di Mussolini, ma erano semplicemente cittadini innocenti, funzionari, militari, sacerdoti, intellettuali o impiegati.

Le foibe non rappresentano solo un'atrocità, ma anche un momento cruciale nella storia italiana, segnato da un esodo forzato e da un trauma che ha influenzato profondamente la nascente Repubblica. È fondamentale ricordare e onorare la memoria di coloro che hanno perso la vita o che sono stati costretti a lasciare le proprie case e le proprie terre.

Questo ricordo deve andare oltre la mera commemorazione. Deve essere un impegno costante a preservare la verità storica, a combattere l'oblio e a promuovere la comprensione e la riconciliazione. È un dovere morale nei confronti delle vittime e delle future generazioni.

Il discorso di Mattarella è un monito contro l'indifferenza e l'ignoranza, invitando tutti noi a confrontarci con la nostra storia e ad assumerci la responsabilità di tramandare la memoria di queste tragedie. Solo così possiamo costruire un futuro fondato sulla giustizia, il rispetto e la solidarietà.

09/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

28 FEB 2024

ATLETICA: ROMA RITIRA LA CANDIDATURA PER I MONDIALI DEL 2027

Assenza di Fondi Determinante

28 FEB 2024

PUTIN DEFINITO UN "MAFIOSO SANGUINARIO" DA YULIA NAVALNYA AL PARLAMENTO EUROPEO

L'urlo di dolore di una vedova

28 FEB 2024

TRA SOGNO E MAGIA CON "FAVOLE 2.0" IL NUOVO LIBRO DI FRANCESCA GIACOMELLO

TRA SOGNO E MAGIA CON "FAVOLE 2.0" IL NUOVO LIBRO DI FRANCESCA GIACOMELLO

27 FEB 2024

TRUZZU SCONFITTO NELLE ELEZIONI REGIONALI IN SARDEGNA

La vittoria alle regionali alla Todde, centrosinistra, per una manciata di voti

26 FEB 2024

LA POETESSA ANNA PAPPALETTERA SI RACCONTA IN UNA INTERVISTA

LA POETESSA ANNA PAPPALETTERA SI RACCONTA IN UNA INTERVISTA

26 FEB 2024

TRUZZU IN VANTAGGIO NELLE ELEZIONI REGIONALI IN SARDEGNA

L'attesa continua