Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

LA CREATOR ECONOMY ALLA RICERCA DI REGOLE

Immagine dell'articolo

La Creator Economy, un universo digitale in costante espansione, si fa promotrice di una nuova era lavorativa, dando vita a figure professionali come influencer e content creator. Questi nuovi protagonisti del mondo digitale sono stati al centro del primo convegno istituzionale "C come economy - Il content creator: un futuro già presente," organizzato dalla neonata Associazione Italiana Content & Digital Creators.

L'Associazione è emersa con l'obiettivo di dare voce, tutelare e richiedere regole per una categoria che non può più essere ignorata. La presidente dell'Aicdc, Sara Zanotelli, evidenzia l'importanza di definire regole in un settore che sta diventando sempre più rilevante. La Creator Economy coinvolge ogni giorno milioni di persone, con una media di sei ore trascorse sul cellulare e oltre 350.000 professionisti attivi. Secondo le stime di I-Com, si parla di un potenziale giro d'affari di 2,55 miliardi di euro.

La penetrazione di questo fenomeno è capillare: il 76% degli italiani segue almeno un influencer, e 21 milioni ne seguono almeno tre, mentre sette milioni superano la soglia dei dieci. Inoltre, il 57% del pubblico segue prodotti consigliati dagli influencer, sottolineando l'influenza reale che questi professionisti hanno sulla scelta dei consumatori.

Al convegno hanno partecipato non solo creator, ma anche figure istituzionali di rilievo, tra cui il ministro delle infrastrutture e trasporti, Matteo Salvini. Quest'ultimo ha sottolineato l'importanza di non ignorare un settore che offre occupazione soprattutto ai giovani, annunciando il coinvolgimento del mondo digitale nella campagna per la sicurezza stradale.

Tuttavia, l'interesse suscitato dalla Creator Economy ha portato alla luce alcune questioni cruciali, come la necessità di un codice Ateco per la categoria. L'Associazione si è già dotata di un codice etico per i propri associati, ma c'è disaccordo sulla questione della previdenza e del codice Ateco. Alcuni sostengono che sia necessario regolamentare il settore in modo più rigoroso, mentre altri ritengono che la previdenza debba adattarsi alla fluidità del mondo digitale.

Il dibattito si estende anche al problema del cyberbullismo e dell'hate speech, temi che necessitano di un approccio olistico. Secondo una ricerca del Moige, il 31% dei ragazzi dichiara di aver subito prepotenze online. In questo contesto, Diego Ciulli di Google sottolinea l'impegno di YouTube nel collaborare per affrontare il problema, aprendo i server per permettere una misurazione indipendente.

In conclusione, la Creator Economy è una realtà economica e sociale di rilievo, ma richiede regole chiare e adeguamenti normativi per garantire una crescita sostenibile. La partecipazione del governo e delle istituzioni è essenziale per trovare soluzioni condivise e sostenere il futuro di una professione che sta rapidamente diventando parte integrante della nostra società digitale.

07/12/2023

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

24 LUG 2024

TRUMP E HARRIS IN PARITÀ NELLA CORSA ALLA CASA BIANCA

Trump-Harris, sondaggio: è testa a testa

24 LUG 2024

TEMPESTA SOLARE IN ARRIVO POTREBBE PROVOCARE BLACKOUT DIFFUSI

Allerta Internazionale

23 LUG 2024

SCAMPIA: DUE MORTI E TREDICI FERITI A CAUSA DEL CROLLO DI UN BALLATOIO

Aperta un'indagine contro ignoti per crollo colposo e omicidio colposo

23 LUG 2024

KAMALA HARRIS PRONTA ALLA NOMINATION

Attacco a Trump e Sostegno dei Leader Dem

23 LUG 2024

"MICOL" DI ANDREA CATANA: UN'AVVINCENTE AVVENTURA TRA CRIMINE E PASSIONE

"MICOL" DI ANDREA CATANA: UN'AVVINCENTE AVVENTURA TRA CRIMINE E PASSIONE

19 LUG 2024

INES CURZIO RACCONTA LA SUA NUOVA OPERA "IL MARCHIO DEI WAUNIR"

INES CURZIO RACCONTA LA SUA NUOVA OPERA "IL MARCHIO DEI WAUNIR"