Navigazione contenuti

Contenuti del sito

RECOVERY FUND: DELUSIONE PER POLONIA E UNGHERIA

Immagine dell'articolo

E' delusione quella contenuta nelle parole di Irene Tinagli, presidente della commissione Affari economici del Parlamento europeo, nei confronti di Polonia ed Ungheria sul tema del Recovery Fund.
 
Uno sgarbo che, come lei stessa ribadisce, viene fatto non ai danni dell'europa ma alla popolazione dei due Paesi essendo tra i principali beneficiari del fondo.

La polemica, per così dire, si sposta sui generis versus i sovranisti europei: "Non si può cedere alla retorica dei sovranisti, per cui l'Ue è un bancomat dal quale prendere soldi solo quando fa comodo - osserva - l'Ue è un'unione di valori basata sul rispetto di alcune regole comuni".

Un monito che avrà ripercussioni, anche nel nostro Paese, tra l'opposizione e genererà attriti con la Maggioranza peroprio sull'impiego del Recovery Fund.
 
Ma, come lei stessa ammette, ogni negoziato è ancora aperto: la speranza è che per Ungheria e Polonia il discorso non sia ancora chiuso.

17/11/2020

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

30 NOV 2020

CORONAVIRUS AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE AL 30 NOVEMBRE

CORONAVIRUS DATI UFFICIALI AL 30 NOVEMBRE

30 NOV 2020

SASSOLI: TESTA AL MES

David Sassoli invita l'Italia a fare in fretta

30 NOV 2020

RISTORI QUATER: LE REGIONI POTREBBERO CAMBIARE COLORE

Se l’Rt dovesse continuare a migliorare, tutte le regioni potrebbero diventare “gialle”.

29 NOV 2020

A DICEMBRE IN TANTI NON RICEVERANNO IL REDDITO DI CITTADINANZA

Se la diciottesima mensilità scadrà a novembre, si potrà rinnovare la domanda solo per il mese successivo.

29 NOV 2020

CORONAVIRUS AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE AL 29 NOVEMBRE

CORONAVIRUS TABELLINO PER REGIONE AL 29 NOVEMBRE

28 NOV 2020

CORONAVIRUS AGGIORNAMENTO DATI IN TEMPO REALE AL 28 NOVEMBRE

CORONAVIRUS DATI UFFICIALI AL 28 NOVEMBRE