Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

GERMANIA E OLANDA ESORTANO I PROPRI CITTADINI A LASCIARE IL LIBANO

Immagine dell'articolo

In un contesto di crescente tensione al confine tra Israele e Libano, i governi di Germania e Olanda hanno lanciato un appello urgente ai loro cittadini presenti in Libano affinché lascino immediatamente il Paese.

Il ministero degli Esteri olandese ha pubblicato un messaggio su X (ex Twitter), in cui esorta con urgenza a non recarsi in Libano e, per chi già si trova lì, a lasciare il Paese finché sono disponibili voli commerciali. "La situazione sta diventando sempre più instabile con il rischio di un ulteriore inasprimento del conflitto tra Israele ed Hezbollah", si legge nel post.

Similmente, il ministero degli Esteri tedesco ha diffuso un messaggio su X indirizzato ai cittadini tedeschi in Libano, chiedendo loro di lasciare il Paese al più presto possibile. "La situazione al confine tra Israele e Libano è molto tesa", si afferma nel comunicato, riflettendo preoccupazioni simili a quelle espresse dall’Olanda.

La decisione di questi due paesi europei arriva in un momento critico, in cui la sicurezza nella regione è compromessa a causa delle crescenti ostilità tra Israele e il gruppo militante Hezbollah. La tensione al confine ha alimentato timori di un possibile allargamento del conflitto, aumentando così il rischio per i cittadini stranieri presenti nel territorio libanese.

Le ambasciate tedesca e olandese in Libano stanno monitorando attentamente la situazione e sono pronte a fornire assistenza ai loro connazionali per facilitare la partenza. Si raccomanda a tutti i cittadini di seguire le indicazioni delle autorità locali e di mantenere un alto livello di vigilanza.

Questi appelli riflettono la serietà della situazione e l'urgenza di garantire la sicurezza dei cittadini stranieri in un'area che potrebbe rapidamente degenerare in un conflitto aperto. Per chi si trova ancora in Libano, l'invito è a non sottovalutare i rischi e a utilizzare i mezzi disponibili per lasciare il Paese quanto prima.

26/06/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

24 LUG 2024

TRUMP E HARRIS IN PARITÀ NELLA CORSA ALLA CASA BIANCA

Trump-Harris, sondaggio: è testa a testa

24 LUG 2024

TEMPESTA SOLARE IN ARRIVO POTREBBE PROVOCARE BLACKOUT DIFFUSI

Allerta Internazionale

23 LUG 2024

SCAMPIA: DUE MORTI E TREDICI FERITI A CAUSA DEL CROLLO DI UN BALLATOIO

Aperta un'indagine contro ignoti per crollo colposo e omicidio colposo

23 LUG 2024

KAMALA HARRIS PRONTA ALLA NOMINATION

Attacco a Trump e Sostegno dei Leader Dem

23 LUG 2024

"MICOL" DI ANDREA CATANA: UN'AVVINCENTE AVVENTURA TRA CRIMINE E PASSIONE

"MICOL" DI ANDREA CATANA: UN'AVVINCENTE AVVENTURA TRA CRIMINE E PASSIONE

19 LUG 2024

INES CURZIO RACCONTA LA SUA NUOVA OPERA "IL MARCHIO DEI WAUNIR"

INES CURZIO RACCONTA LA SUA NUOVA OPERA "IL MARCHIO DEI WAUNIR"