Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

IL PARTITO DI LE PEN: 'AL GOVERNO ANCHE SENZA MAGGIORANZA ASSOLUTA'

Immagine dell'articolo

Il clima politico in Francia è sempre più teso mentre il Rassemblement National (RN) di Marine Le Pen continua a crescere in popolarità. Sébastien Chenu, uno dei dirigenti più influenti del partito, ha affermato su France 2 che, anche senza una maggioranza assoluta, il RN sarà pronto a governare se otterrà un numero sufficiente di sostegni. Questa dichiarazione arriva in un momento cruciale, con il primo turno delle elezioni legislative appena concluso e il secondo turno in arrivo.

Chenu ha sottolineato che, se Emmanuel Macron non riuscirà a nominare un primo ministro a causa della mancanza di una maggioranza stabile, dovrebbe considerare le dimissioni. "Macron è estremamente minoritario nel Paese", ha affermato Chenu, indicando che la legittimità costituzionale non è sufficiente per garantire una governance efficace senza il supporto parlamentare.

Jordan Bardella, candidato premier del RN e delfino di Le Pen, ha lanciato un appello ai francesi tramite una lettera, esortandoli a fare "una scelta responsabile" nel prossimo ballottaggio. Bardella ha descritto la sinistra estrema come una "minaccia esistenziale" per la nazione francese e ha sottolineato l'importanza di un duello tra RN e il Nuovo Fronte Popolare di Jean-Luc Mélenchon.

Nel frattempo, il presidente Emmanuel Macron sta adottando misure strategiche per contrastare l'avanzata del RN. Ha convocato il governo all'Eliseo per discutere delle linee guida elettorali e della desistenza laddove un candidato di un altro partito abbia maggiori possibilità di sconfiggere l'estrema destra nelle triangolari.

Parallelamente, Yael Braun-Pivet, presidente uscente dell'Assemblea Nazionale, ha invocato la creazione di una "grande coalizione" che vada dai Républicains agli ecologisti e ai comunisti per garantire una governance stabile. Braun-Pivet ha sottolineato la necessità di valutare ogni collegio "caso per caso", promuovendo un'alleanza basata sui valori repubblicani e democratici.

Con il secondo turno delle elezioni legislative alle porte, il futuro politico della Francia rimane incerto. Le dinamiche tra il RN e le altre forze politiche saranno decisive nel determinare la direzione che il paese prenderà nei prossimi anni.

01/07/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

24 LUG 2024

TRUMP E HARRIS IN PARITÀ NELLA CORSA ALLA CASA BIANCA

Trump-Harris, sondaggio: è testa a testa

24 LUG 2024

TEMPESTA SOLARE IN ARRIVO POTREBBE PROVOCARE BLACKOUT DIFFUSI

Allerta Internazionale

23 LUG 2024

SCAMPIA: DUE MORTI E TREDICI FERITI A CAUSA DEL CROLLO DI UN BALLATOIO

Aperta un'indagine contro ignoti per crollo colposo e omicidio colposo

23 LUG 2024

KAMALA HARRIS PRONTA ALLA NOMINATION

Attacco a Trump e Sostegno dei Leader Dem

23 LUG 2024

"MICOL" DI ANDREA CATANA: UN'AVVINCENTE AVVENTURA TRA CRIMINE E PASSIONE

"MICOL" DI ANDREA CATANA: UN'AVVINCENTE AVVENTURA TRA CRIMINE E PASSIONE

19 LUG 2024

INES CURZIO RACCONTA LA SUA NUOVA OPERA "IL MARCHIO DEI WAUNIR"

INES CURZIO RACCONTA LA SUA NUOVA OPERA "IL MARCHIO DEI WAUNIR"