Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

IL PICCOLO CICLONE CHE INTERESSERÀ IL MEDITERRANEO

Immagine dell'articolo

 

La tropicalizzazione dei nostri mari, almeno per quello che contorna le isole più grandi del Belpaese, da qualche anno ci ha messi davanti a fenomeni meteorologici ai quali non eravamo abituati. Con le acque dei mari caldissime ed il primo fresco autunnale, un piccolo ciclone mediterraneo potrebbe formarsi nei pressi della Sardegna ed interessare Sicilia e regioni meridionali con forti temporali e locali nubifragi. 

La parola ciclone sta ad indicare un vortice che gira in senso antiorario intorno al centro di bassa pressione e che il satellite fa apparire, a volte, con un piccolo occhio all'interno.

In questo caso, quello che potrebbe formarsi nel fine settimana ha delle caratteristiche in parte simili ma senza neanche lontanamente produrre eventi di quel tipo che spesso interessa le regioni oceaniche, ne tanto meno può comportare le stesse devastanti conseguenze.

Il profondo vortice di bassa pressione sarà già attivo ella mattinata di venerdì su gran parte della Sardegna dove avremo forti acquazzoni e temporali specialmente lungo le zone costiere. Mentre temporali sparsi anche in pieno Tirreno, interesseranno le zone settentrionali della Sicilia e quelli meridionali della Calabria.


 

12/09/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

18 SET 2021

I "FURBETTI" E IL DOPPIO REDDITO DI CITTADINANZA IN DUE STATI EUROPEI

Le Fiamme gialle sulle tracce di chi crede di essere furbo ma che sta solo rubando alla collettività

18 SET 2021

ALLEANZA TRASVERSALE TRA AUSTRALIA, STATI UNITI E GRAN BRETAGNA

Aukus: una nuova alleanza strategica, militare e di sicurezza

17 SET 2021

ALLARME BOLLETTE: IL GOVERNO METTE IN ATTO NUOVE MISURE

Come accaduto a luglio, il Mef è al lavoro per evitare che l’aumento dell’energia elettrica, ricada sui cittadini.

17 SET 2021

TORNA L'INCUBO DELLA COLORAZIONE IN ROSSO DELLE REGIONI

Sicilia, Calabria e Basilicata ancora in rosso

17 SET 2021

DONNE AFGANE: SERVE UN PROGRAMMA PRECISO

Servono maggiori aiuti

17 SET 2021

POLONIA: STOP AGLI ATTACCHI ALLA LIBERTA' DEI MEDIA

Impegno a tutela dell'informazione