Aria Mediterranea

Primo piano

ROMAEUROPA FESTIVAL

Immagine dell'articolo

21 spazi, 524 artisti, tra cui 34 compagnie per la prima volta al REF, 160 giorni di attività inclusa l’anteprima estiva del festival, 46 appuntamenti dedicati alla creazione contemporanea

Dopo vent’anni Romaeuropa Festival torna in estate – dal 24 giugno al 18 settembre – con l’anteprima del progetto Patrimonio e Creazione, realizzato assieme alla Soprintendenza per l’area archeologica centrale di Roma e presentato lo scorso 28 aprile dal Ministro Dario Franceschini. Appuntamento con la mostra Par tibi, Roma, nihil, ideata da Monique Veaute e curata da Raffaella Frascarelli, Presidente della Nomas Foundation e con Palamede, La storia di Alessandro Baricco entrambi nell’Area Archeologica del Palatino.
 
21 spazi, 524 artisti, tra cui 34 compagnie per la prima volta al REF, 160 giorni di attività inclusa l’anteprima estiva del festival, 46 appuntamenti dedicati alla creazione contemporanea, di cui 24 in prima italiana, per un totale di oltre 40.000 posti in vendita agli spettacoli: sono i numeri della XXXI edizione del Romaeuropa Festival che dal 21 settembre al 3 dicembre animerà 20 spazi della capitale con il titolo Portati altrove.

"Un invito ad accompagnarci nel percorso di emozioni e scoperte artistiche, che nello stesso tempo allude alla responsabilità del Festival nello scegliere i confini e le caratteristiche di questo 'altrove artistico'", spiega Fabrizio Grifasi, Direttore generale e artistico della Fondazione Romaeuropa, presieduta da Monique Veaute.

Attraverso i suoi percorsi multidisciplinari tra musica, teatro, danza, nuovo circo, arti visive e nuove tecnologie, Romaeuropa ha coinvolto nelle ultime edizioni un pubblico sempre più numeroso. Fondamentale per questo viaggio il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma, di Roma Capitale, della Regione Lazio, della Camera di Commercio di Roma insieme al prezioso supporto della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, che sostiene le attività di Romaeuropa e la promozione degli artisti del Mediterraneo, e di RAI, che con i suoi canali offre al festival nuove possibilità di approfondimento e divulgazione.

Primo piano | di Marco Ottaviani | 24/06/2019


Condividi con

COMMENTI
Nessun commento presente

Cerca nel sito

Ricerca nel sito

Ultimissime notizie ::.