Navigazione contenuti

Contenuti del sito

IO ACCOLGO

Immagine dell'articolo

La Campagna “Io accolgo”, promossa da 42 organizzazioni sociali italiane ed internazionali, vuole dare la visibilità che meritano a tutte quelle esperienze diffuse di solidarietà che contraddistinguono il nostro Paese: dalle famiglie che ospitano stranieri che non hanno più un ricovero alle associazioni che organizzano corridoi umanitari per entrare nel nostro Paese, dai tanti sportelli legali e associazioni di giuristi che forniscono gratuitamente informazioni e assistenza ai migranti, a chi apre ambulatori in cui ricevere assistenza sanitaria gratuita, a chi coopera a livello internazionale per accompagnare le migrazioni forzate e ridurre l’insicurezza umana nei paesi di origine e transito. Centinaia di esperienze diverse che la Campagna vuole mettere in rete, perché vengano condivise e riprodotte, perché finalmente vengano conosciute, se ne dia notizia, l’opinione pubblica ne prenda consapevolezza.

È quella parte grande del nostro Paese – singoli cittadini e cittadine, nuclei familiari, enti locali, studenti, insegnanti, organizzazioni nazionali e territoriali, laiche e religiose – che non si arrende alla barbarie di un mondo fondato sull’odio e sulla paura, che crede nei principi della Costituzione, dei diritti uguali per tutti, della solidarietà. Soggetti che quotidianamente agiscono per mitigare i danni di una legislazione, di politiche e di comportamenti istituzionali che condannano i migranti a morire in mare, che chiudono i porti, che cancellano esperienze di accoglienza, come gli Sprar, gettando per strada migliaia di richiedenti asilo e rifugiati, anche vulnerabili, privati così della loro dignità e del diritto ad accedere ai servizi sociali.

La Campagna prevede anche iniziative di mobilitazione, per aprire vertenze che inducano le Istituzioni ad assumersi la responsabilità dell’accoglienza e dell’integrazione, cancellando le scelte discriminatorie e contrastando gli effetti perversi del Decreto sicurezza bis, ancora più repressivo del precedente, sia sul fronte dei salvataggi in mare che della persecuzione dei migranti, dando il via libera a intercettazioni e utilizzo di agenti sotto copertura per impedirne l’arrivo e controllarli se nel Paese.

13/06/2019

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

13 SET 2019

UCRAINA: PROLUNGATE LE SANZIONI

L'UE ha deciso il provvedimento dando scadenza 15 marzo 2020

13 SET 2019

INVECCHIAMENTO PREVOCE: AL BAMBINO GESU' SI FANNO PASSI AVANTI

Scoperto il meccanismo alla base del fenomeno. Ecco chi c'è dietro la causa dell'invecchiamento...

12 SET 2019

L'OCCIDENTE TRA ROMA E CARTAGINE

Un incontro al Cnr, oggi, dalle ore 10:30, per valutare l'influenza fenicia sulla formazione dell'Occidente

11 SET 2019

UE: ECCO I CANDIDATI A COMMISSARIO EUROPEO

Redatto dal Consiglio europeo l'elenco delle persone candidate al ruolo di commissario. Ecco la short list...

11 SET 2019

ITALIA: AIUTI IN LIBIA

Fatto recapitare nel paese africano un carico di materiale sanitario

10 SET 2019

FOCUS RICORDA LO STROMBOLI

L'eruzione dello Stromboli così come non la ricordate...