Navigazione contenuti

Contenuti del sito

CONTE NON CEDE: MEGLIO LE ELEZIONI

Immagine dell'articolo

L’impresa del premier Conte di attirare a sé “i costruttori” prosegue a fatica e sembra chiaro a molti, in linea anche con il Pd, che per uscire dalla crisi di governo, il premier dovrebbe fare un passo indietro o forse un passo in avanti e, permettere a Renzi e al suo partito Italia Viva, di rientrare a far parte della maggioranza.

Nonostante questa soluzione appaia come la più realistica e adeguata per la delicata situazione italiana, il presidente del Consiglio, come più volte dichiarato, non ha nessuna intenzione di tornare con colui che ha creato la crisi. Il premier Conte, in questi giorni ha più volte accennato ai vari “diktat e minacce” che avrebbe ricevuto da parte di Renzi durante il Conte bis e ritiene che, seppur si riuscisse a trovare uno spiraglio per riaprire il dialogo con il leader di Iv, non crede che quest’ultimo potrebbe mai assumere un comportamento diverso, anzi, “Italia Viva alzerebbe sempre più il prezzo, anche sui ministeri”.

Conte ritiene che il Movimento 5 Stelle sia decisamente più forte di Italia Viva e che andando ad un confronto diretto, ne uscirebbe vincitore.

23/01/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

08 MAR 2021

SPERANZA: SECONDA ONDATA MAI FINITA

Il ministro della Salute dichiara che il sistema a zone funziona ma è necessario porre molta attenzione alle nuove varianti

08 MAR 2021

PERCHE' REGALIAMO LA MIMOSA ALLE DONNE

Si festeggia in tutto il mondo regalando le mimose simbolo di forza, energia e femminilità

08 MAR 2021

VACCINI: ESPOSTO CONTRO I MEDICI DI BASE CHE NON VOGLIONO

Il Codacons in prima vola contro la rivolta dei camici

08 MAR 2021

DAZI: L'ACCORDO UK-USA FA SPERARE L'EUROPA

Sostenere l'export agro-alimentare è Possibile. La strada tracciata da Cia...

07 MAR 2021

TENDEZA BUBBLE TEA

Una bevanda a base di tè nero, verde od oolong, servita calda o fredda

07 MAR 2021

PAPA FRANCESCO IN IRAQ

Continua il trentatreesimo viaggio apostolico di Papa Francesco, il primo in Iraq.